Cronaca

Nuova ordinanza a Pietramelara: scuole chiuse e stop agli assembramenti

Pietramelara, scuole chiuse e stop assembramenti: la nuova ordinanza firmata dal sindaco Pasquale Di Fruscio

Scuole chiuse Pietramelara. È questo uno dei punti dell’ordinanza numero 3 del 15 febbraio firmata dal sindaco Pasquale Di Fruscio il quale ha disposto la sospensione in presenza dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado del territorio, compresi gli istituti privati, per il periodo di 15  giorni a decorrere dalla data odierna.

Pietramelara, scuole chiuse e stop assembramenti: l’ordinanza del sindaco

“Previa intesa con il Dirigente scolastico doversi assicurare lo svolgimento di attività didattiche a distanza per tutti gli studenti coinvolti dalla misura di sospensione della didattica in presenza” sottolinea il primo cittadino il quale ha anche disposto la sospensione del mercato domenicale per la durata di 15 giorni.

Inoltre gli esercizi pubblici per giorni 15 consecutivi potranno somministrare alimenti e bevande esclusivamente all’esterno dei locali, osservando le regole di distanziamento. Vietato, per 15 giorni, l’accesso nei luoghi di maggiore assembramento della popolazione, in particolare i più giovani, e precisamente Villa Comunale, Area Mercatale, Area ex Lottizzazione Sessa – Sant’Antonio Abate, Area via Marconi (ex edificio scuole elementari), area piazza San Rocco e in particolare l’area retrostante il monumento ai caduti.

Stop agli assembramenti

È vietata ogni forma di aggregazione, in luoghi pubblici e privati, all’aperto e al chiuso (riunioni, feste, funerali ecc. ) limitando ad un numero di massimo di 10 persone la presenza ai riti funebri compresi il “settimo”. Vietate forme di aggregazione su tutte le aree pubbliche, considerando, ai predetti fini, “assembramento non consentito” la riunione anche occasionale di più di tre persone.

Sarà limitato per giorni 15 l’accesso del pubblico agli uffici comunali. I servizi all’utenza dovranno essere garantiti impiegando esclusivamente modalità telematiche e le attività di ricevimento del pubblico o di erogazione diretta dei servizi dovranno essere garantite con modalità telematica ovvero impiegando ogni altro mezzo idoneo ad escludere la presenza fisica degli utenti negli uffici. Disposta la sanificazione di tutti gli ambienti del Comune, compresi uffici, le strade, e tutti gli spazi pubblici.

Sono sospesi tutti gli eventi e competizioni sportive, in luoghi pubblici e privati, salvo quelli ammessi per eventi nazionali ed a porte chiuse previa comunicazione dei partecipanti all’ufficio della P.M. e previa effettuazione dei controlli di negatività al virus. Infine viene chiesto ai parroci di osservare scrupolosamente i protocolli già disposti in ambito ecclesiastico per prevenire la diffusione del virus, con particolare riguardo alle cerimonie religiose di particolare importanza.

Le raccomandazioni

Infine il sindaco raccomanda di evitare tutte le occasioni di contatto che non siano strettamente necessarie alle persone al di fuori del proprio nucleo abitativo e suggerisce di rimanere a casa il più possibile.



Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button