Cronaca

Blitz dei carabinieri nel Casertano, rifiuti pericolosi in azienda senza autorizzazioni: sequestro e imprenditore nei guai

Accertati anche tre lavoratori "in nero" e irregolarità in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro

Blitz dei Carabinieri della stazione forestale di Marcianise in un’azienda a Portico di Caserta: posta sotto sequestro dopo il rinvenimento di rifiuti pericolosi in contrasto alle dovute autorizzazioni.

Portico di Caserta, sequestro di un’azienda per rifiuti pericolosi

I carabinieri hanno sequestrato l’azienda sita nel Casertano che trattava rifiuti speciali e pericolosi in contrasto alle autorizzazioni che consentivano la detenzione solo di rifiuti speciali non pericolosi.

Il sequestro ha riguardato controlli mirati di un camion dell’azienda, controllo all’esterno dello stabilimento. Nel cassone erano presenti rifiuti speciali pericolosi costituiti da metalli contaminati da olio esausto.

La perquisizione aziendale

I militari hanno deciso di estendere i controlli all’intera azienda dove sono stati rinvenuti rifiuti di ogni genere, anche pericolosi. Il titolare è finito nei guai e denunciato per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi, falso ideologico in relazione ad un Formulario di Identificazione Rifiuti risultato non veritiero, e mancato rispetto delle prescrizioni previste nell’autorizzazione amministrativa.

Accertati anche tre lavoratori “in nero” e irregolarità in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Articoli correlati

Back to top button