Cronaca

Primark arriva a Marcianise: nel 2022 l’apertura al Centro Commerciale Campania

Marcianise, Primark arriva al centro commerciale Campania: lo store sarà aperto entro la fine del 2022 insieme ad altri 7 in Italia

Primark arriva in Campania con uno store che sorgerà a Marcianise, in provincia di Caserta. Entro la fine del 2022 il noto marchio di abbigliamento aprirà 8 nuovi punti vendita in Italia. Uno di questi, appunto, troverà spazio nel centro commerciale Campania situato a Marcianise.


primark-apre-campania-marcianise-dove-quando


Primark arriva in Campania: dove e quando aprirà

Da tempo si parlava del possibile arrivo di Primark nel centro commerciale situato a Marcianise, ora è ufficiale. Le altre nuove aperture riguarderanno Roma, Chieti, Catania, Torino, Bologna, Venezia e Milano; entro il 2022, dunque, i negozi di Primark in Italia passeranno dagli attuali sei a quattordici in totale.

Primark in Campania: l’inaugurazione

Ad oggi non è stata ancora resa nota la data dell’inaugurazione dello store Primark che sorgerà nel centro commerciale di Marcianise. Il termine è la fine del 2022, dunque da qui a breve sono attese novità in merito, con la speranza che l’avanzamento della campagna di vaccinazione consenta la riapertura dei centri commerciali.

Cos’è Primark: moda a prezzi bassi

Primark è un’azienda irlandese specializzata nella vendita di abbigliamento e appartiene alla Associated British Foods. Opera in Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda (con marchio Penneys), Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Stati Uniti d’America, Italia e Slovenia.

Il primo negozio Primark, ancora in funzione, venne aperto da Arthur Ryan nel giugno 1969 a Dublino, in Mary Street, con il marchio Penneys. Dopo il successo riscosso in Irlanda, avvenne l’espansione nel vicino Regno Unito, dove nel 1971 venne aperto un grande negozio a Belfast, per successivamente espandersi con quattro ulteriori negozi in Inghilterra nel 1973. In Irlanda l’azienda opera con il nome originale Penneys, mentre per l’estero ha inventato un nuovo nome, Primark, poiché era già esistente la catena di grandi magazzini J. C. Penney, con marchio registrato.

L’azienda si espanse rapidamente nel Regno Unito a metà degli anni 2000. Nel 2005, ha acquistato i negozi al dettaglio Littlewoods per 409 milioni di sterline, mantenendo 40 dei 119 negozi e vendendo il resto. Nel maggio 2006, il primo negozio Primark in Europa continentale ha aperto a Madrid,. Nel dicembre 2008, ha aperto nei Paesi Bassi, quindi in Portogallo, Germania e Belgio nel 2009. L’apertura del primo negozio in Austria è avvenuta il 27 settembre 2012, a Innsbruck. Sono seguiti poi le aperture in Francia nel 2013, a Marsiglia, e in Italia nel 2014. Nel 2015 è stata la volta degli Stati Uniti con il primo negozio a Downtown Crossing, Boston, nella posizione che un tempo era il flagship store di Filene’s, in seguito a New York City, Filadelfia e Danbury.

Dopo 10 anni di costruzione di una catena di circa 40 negozi in Spagna, Primark ha aperto un altro negozio a Madrid nell’ottobre 2015, il secondo più grande della catena. Nel luglio 2018 ha aperto il piàù grande negozio della catena a Birmingham l’11 aprile 2019, occupando l’ex centro commerciale Pavilions. Il 13 giugno 2019 si è espansa in Slovenia con un negozio a Lubiana. Ha firmato un contratto di locazione per i suoi primi negozi a Varsavia, Praga e Bratislava.

Nel luglio 2019, Primark ha annunciato la sua espansione nel MidWest del mercato statunitense, a Chicago, con una posizione su tre livelli a State Street. Il 23 marzo 2020, la società ha annunciato la temporanea chiusura di 189 negozi nel Regno Unito a causa della domanda diminuita per l’epidemia di Covid. Il 15 giugno 2020 sono stati riaperti 153 negozi della catena in Inghilterra. Come risultato del blocco, la società ha registrato una perdita di vendita di 430 milioni di sterline.


primark-apre-campania-marcianise-dove-quando


A dicembre 2020, Primark ha dichiarato che perderà ulteriori 220 milioni di sterline poiché altri negozi sono costretti a chiudere in base a nuove restrizioni per controllare la diffusione del COVID-19 nel Regno Unito. Nel gennaio 2021, questa cifra è stata elevata a oltre 1 miliardo di sterline.

Articoli correlati

Back to top button