Cronaca

Caserta, donna incinta perde il bimbo per lo shock della rapina: “Erano giovanissimi”

Rapina a Caserta, donna incinta ha perso bambino per lo shock. La rapina è avvenuta martedì sera, in una stradina di San Felice a Cancello

Tragedia a Caserta dove una donna incinta ha perso il bambino per lo shock causato da una rapina. Una donna incinta di sette mesi è stata aggredita da due rapinatori, poco più che maggiorenni. I due quando hanno visto il pancione della vittima sono fuggiti. Ma lei nella notte ha perso il bambino. Lo spavento per la rapina l’ha tormentata per tutte le ore successive.

Rapina a Caserta, donna incinta ha perso bambino per lo shock

E così, la visita dal ginecologo ha svelato il peggio: il battito del figlio non c’era più. La rapina è avvenuta martedì sera, in una stradina di San Felice a Cancello, non distante dalla casa della donna. Lo riporta Il Messaggero. “Mia moglie è distrutta – ha detto il marito – è a pezzi. Negli ultimi due anni ha perso due bambini e questa cosa non ci voleva proprio. Spero si riesca a riprendere presto, specialmente per Antonio, il nostro primo figlio che ha visto la madre disperata. Al momento, abbiamo deciso insieme di non denunciare quanto è accaduto, nei prossimi giorni ci penseremo”.

È il tempo del lutto e della riflessione. E ancora: “In zona ci sono alcune telecamere private di videosorveglianza. Vorrei guardare negli occhi questi ragazzi, mia moglie ha detto che sono giovanissimi”.

Caccia ai minori

Sulla vicenda indagano i carabinieri della stazione locale agli ordini del maresciallo Camassa, coordinati dal capitano della Compagnia di Maddaloni, Esposito. I militari sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto. Compito non semplice, dato che in zona non ci sono molte telecamere di videosorveglianza.

Articoli correlati

Back to top button