Cronaca

Rapine con i fucili in bar di Teverola e a Casandrino

Due rapine in poco tempo in due bar di Teverola e Casandrino: i malviventi hanno puntato i fucili contro le persone che erano alla cassa e si sono fatti consegnare il denaro. I fatti sono avvenuti nella serata di venerdì, 20 gennaio.

Rapine con fucili in bar: paura a Teverola e Casandrino

La banda ha fatto irruzione nel primo esercizio commerciale intorno alle 21. Coperti da passamontagna e armati di fucili hanno messo a segno il colpo. Hanno punto l’arma contro la persona che era alla cassa e sotto minaccia si sono fatti consegnare il denaro. Poco dopo sono entrati in azione a Casandrino, nel Napoletano con la stessa modalità. Possibile che ad agire sia lo stesso commando.

Il tutto è stato registrato dalle telecamere. Le immagini sono state postate sui social dal parlamentare Francesco Emilio Borrelli: “Viviamo una situazione di emergenza senza controllo, banditi pericolosi che non hanno alcun timore di impugnare un’arma e di usarla. Se non mettiamo un freno a questa escalation ci troveremo a dover piangere l’ennesima vittima. Per questo chiediamo alle Prefetture di Napoli e Caserta di aumentare i controlli e gli uomini delle forze dell’ordine per i pattugliamenti in strada e servono pene certe per tutti i reati. Certe volte i condannati riescono a non fare neanche un giorno di carcere e tornano di nuovo in strada a delinquere”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button