Cronaca

Caserta non è “Green”: smog, troppe auto e spreco di risorse idriche

Nel rapporto di Legambiente relativo all’Ecosistema urbano, pubblicato ieri dal Sole 24 ore, Caserta scende dal 57 al 72 posto della graduatoria.

Inquinamento a Caserta: Legambiente boccia la città della Reggia

A rendere Caserta così èoco vivibile, sarebbero sia l’assenza di concrete politiche ambientali nel territorio, sia le croniche carenze che riguardano servizi di pubblica utilità.

Pochi mezzi pubblici e troppe auto

Tra i 104 Comuni analizzati da Legambiente, la città della Reggia occupa il penultimo posto nel comparto del trasporto pubblico, mentre cresce esponenzialmente la percentuale delle auto presenti sul territorio, con la città al 26esimo posto a livello nazionale.

In conseguenza di questo aumento, cresce anche l’inquinamento dell’atmosfera, con una concentrazione media di Pm 10 molto alta, che fa guadagnare a Caserta il 52esimo posto in classifica.

La crisi dell’acqua

Secondo Legambiente, il divario tra la dispersione della rete idrica (94°posto in classifica) e l’andamento dei consumi domestici (87° il posto assegnato) è uno dei dati più preoccupanti.

Articoli correlati

Back to top button