Cronaca

Ristrutturazione di immobili sottratti alla Camorra in provincia di Caserta: approvati 4 progetti

Ristrutturazione di immobili sottratti alla Camorra in provincia di Caserta: approvati 4 progetti nei Comuni di Casapesenna, San Marcellino, Villa Literno e Cellole, bocciato quello di Casamicciola.

Ristrutturazione di immobili sottratti alla Camorra in provincia di Caserta

I progetti saranno finziati dalla Regione Campania grazie ad un Fondo unico relativo ai beni confiscati, che verranno riconvertiti per creare luoghi di integrazione sociale, con interventi che incidono sul tessuto culturale, sociale ed economico della comunità.

Approvati progetti a Casapesenna, San Marcellino, Villa Literno e Cellole

A Casapesenna verrà ristrutturato un bene confiscato a Michele Zagaria, in corso Europa, dove sorgerà la sarà la Casa della Salute. A San Marcellino l’immobile sottratto alla criminalità diventerà un centro diurno residenziale per minori con disagio sociale. A Villa Litberno, in un immobile confiscato a Gaetano Tavoletta, saranno realizzati un caffè letterario e la biblioteca comunale. Mentre a Cellole nel bene confiscato che sorge in via delle Agavi a Baia Domizia, nascerà un centro sociale.

I fondi

Ai quattro comuni andranno rispettivamente 150 mila euro, il progetto dovrà essere attuato e realizzato in 24 mesi, di cui 12 per la realizzazione dell’intervento di ristrutturazione.

Articoli correlati

Back to top button