Cronaca

San Nicola la Strada: imprenditore non paga, lui lo sperona con l’auto: arrestato 33enne

L’imprenditore non paga, lui lo sperona con l’auto e lo manda fuori strada: arrestato

San Nicola la Strada: l’imprenditore non paga, lui lo sperona con l’auto e lo manda fuori strada: arrestato 33enne napoletano, accusato di detenzione abusiva di arma comune da sparo e denunciato per estorsione aggravata.

San Nicola la Strada: l’imprenditore non paga, lui lo sperona

Come riporta “Fanpage”, un uomo napoletano di 33 anni – S.A. le sue iniziali – è stato arrestato dalla Polizia di Stato di Caserta con l’accusa di detenzione abusiva di arma comune da sparo e relativo munizionamento, nonché denunciato, in concorso con un’altra persona – Q.C. le sue iniziali, residente ad Orta di Atella, classe 1982 – per estorsione aggravata nei confronti di un imprenditore, commerciante di profumi.

Le indagini

Le indagini dei poliziotti sono cominciate a seguito di un incidente verificatosi a San Nicola la Strada, nel Casertano, dove in viale Paul Harris era stato segnalato un veicolo finito fuori strada dopo essere stato speronato da un’altra vettura.

La Squadra Mobile ha avviato subito le indagini: quello che sembrava un comune incidente si è rivelato invece solo l’ultimo episodio di richieste estorsive ai danni del proprietario dell’auto speronata, come detto un commerciante di profumi, perpetrate anche con minacce e con l’utilizzo di armi da fuoco.

Alla luce della scoperta sull’incidente stradale, gli agenti della Mobile di Caserta, insieme ai colleghi della Mobile di Napoli, nella notte appena trascorsa hanno perquisito l’abitazione del 33enne, nella quale i poliziotti hanno rinvenuto una pistola semiautomatica pronta all’uso – che dai relativi controlli è risultata rubata – con relativo munizionamento.

Il provvedimento

I poliziotti hanno rinvenuto anche l’automobile utilizzata dall’uomo per speronare e mandare fuori strada la vettura dell’imprenditore: il 33enne, come disposto dalla Procura di Napoli, è stato così arrestato e portato nel carcere di Poggioreale, in attesa della convalida dell’arresto.

Fonte: Fanpage

Articoli correlati

Back to top button