Cronaca

“Non ti amo più”, 31enne violenta l’ex ragazza al cimitero: condannato a 6 anni

Santa Maria Capua Vetere, 31enne arrestato per violenza sessuale. Abusò della ragazza, penetrandola con le dita nelle parti intime

Un 31enne di Santa Maria Capua Vetere stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti della sua ex ragazza. Il 31enne è stato condannato a 6 anni di reclusione dal collegio presieduto dal giudice Rosetta Stravino del tribunale di Santa Maria Capua Vetere al termine di una lunga battaglia dibattimentale all’esito della quale è stata provata – questo il verdetto dei giudici – la colpevolezza dell’imputato come riportato da CasertaNews.

Santa Maria Capua Vetere, 31enne arrestato per violenza sessuale

Sul capo del 31enne pendevano le accuse di violenza sessuale, lesioni e sequestro di persona. Stando alla ricostruzione fornita dall’ex fidanzata, l’uomo l’avrebbe contatta nel settembre del 2020, chiedendole di incontrarsi per un chiarimento dopo la fine della loro relazione.

Quando si incontrarono, il 31enne andò su tutte le furie, costringendo la ragazza a sedersi sul lato passeggero dell’auto. A quel punto la portò in una zona isolata, alle spalle del cimitero di Santa Maria Capua Vetere.

La violenza

Abusò della ragazza, penetrandola con le dita nelle parti intime. Al rifiuto della ragazza a quell’approccio violento scatenò contro di lei la propria ira picchiandola con schiaffi al viso e sulle gambe e pretendendo di vedere il suo cellulare.

Articoli correlati

Back to top button