Cronaca

Alla ricerca di antiche tombe, monete e statue in bronzo: arrestati predatori di reperti antichi

Durante il controllo, i militari hanno trovato al fibule in bronzo

Alla ricerca di antiche tombe, monete e statue in bronzo: sono stati arrestati dai carabinieri due predatori di reperti antichi a Santa Maria Capua Vetere. Secondo quanto riportato dal Mattino, in manette sono finiti Michele M., 58 anni di San Prisco, il «professore» d’Arte noto per la sua passione per i resti antichi e Michele P. di 42 anni, tecnico informatico, dipendente pubblico pure lui, residente a Macerata Campania.

Santa Maria Capua Vetere, arrestati due predatori di reperti antichi

In manette sono finiti Michele M., 58 anni di San Prisco, il «professore» d’Arte noto per la sua passione per i resti antichi e Michele P. di 42 anni, tecnico informatico, dipendente pubblico pure lui, residente a Macerata Campania.

Sono stati trovati con un metal detector e altri arnesi indispensabili per lo scavo. La loro speranza era, forse, quella di trovare tracce di metalli lungo la via che porta all’antico Anfiteatro.

La dinamica

Convinti non venir mai presi sul fatto, i due si danno appuntamento nel pomeriggio di domenica nel rione Sant’Andrea in un terreno sottoposto a vincolo dalla Soprintendenza. Poco più in là, però, li ha scorti un carabiniere che subito ha chiamato i colleghi. Bloccati, sono scattate le perquisizione domiciliari.

La perquisizione

Durante il controllo, i militari hanno trovato al fibule in bronzo. Saranno gli studiosi a stabilire l’epoca e il periodo del ritrovamento. Disposti per loro i domiciliari per furto di beni culturali.

Articoli correlati

Back to top button