Cronaca

Inseguimento a Santa Maria Capua Vetere, spacciatore arrestato

Attimi di paura a Santa Maria Capua Vetere dove uno spacciatore è stato arrestato dopo un inseguimento. Per fermare l’uomo, che nel tentativo di sfuggire all’arresto ha investito un poliziotto, gli agenti hanno dovuto sparare nelle gomme dell’auto.

In manette è finito un 40enne di Santa Maria Capua Vetere, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale.

Santa Maria Capua Vetere, spacciatore arrestato dopo l’inseguimento

È accaduto nel pomeriggio di ieri, venerdì 23 dicembre, quando nell’ambito dell’attività info-investigativa sviluppata al fine di contrastare lo spaccio di stupefacenti, gli investigatori della Squadra Mobile di Caserta – Sezione Contrasto alla criminalità diffusa hanno appreso che l’uomo era solito detenere, a tali fini, diversi quantitativi di sostanza che poi avrebbe venduto al dettaglio dall’interno della sua autovettura personale. Alla luce di ciò, al fine di riscontrare la circostanza, è stato predisposto un servizio di polizia che si perfezionava con il controllo del 40enne in un’area del comune di Santa Maria Capua Vetere, dove è stato localizzato poco prima. All’atto del controllo, l’uomo, nel mentre si trovava a bordo della sua autovettura, improvvisamente avviava la marcia al fine di darsi alla fuga.

Nelle fasi iniziali di tale manovra, investiva un poliziotto, così facendolo rovinare al suolo. Immediatamente dopo, l’agente sparava con la propria pistola d’ordinanza verso la ruota posteriore sinistra dell’autovettura, colpendola e bloccandone poco dopo la corsa, anche grazie all’immediato intervento di un’autovettura di servizio che vi si poneva davanti a sbarramento. La perquisizione realizzata subito dopo sul posto ha consentito ai poliziotti di rinvenire, nella disponibilità del soggetto, 14.80 grammi di cocaina, suddivisa in due distinti involucri termosaldati. Il poliziotto ferito, nelle more, veniva condotto presso il presidio ospedaliero di Caserta ove, dopo le cure del caso, veniva giudicato guaribile in 10 giorni.

Disposti gli arresti domiciliari

L’autovettura utilizzata dal soggetto, al pari della sostanza e della somma di 360 euro che lo stesso aveva con sé, ritenuta provento dell’attività di spaccio, veniva sottoposta a sequestro mentre l’arrestato, come disposto dal pm di turno, veniva associato agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, in attesa del giudizio per direttissima tenutosi nella mattinata odierna. In tale sede, il Giudice ha convalidato l’arresto, confermando la misura degli arresti domiciliari a carico del soggetto.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali. È responsabile della redazione centrale del network giornalistico L'Occhio.

Articoli correlati

Back to top button