Cronaca

Santa Maria Capua Vetere, truffa da 66mila euro per le tumulazioni: arrestato responsabile del cimitero

Truffa da 66mila euro per le tumulazioni: è stato arrestato, dai carabinieri della Stazione di Santa Maria a Vico, il responsabile del cimitero di Santa Maria Capua Vetere. Dovrà rispondere di truffa aggravata in concorso.

Santa Maria Capua Vetere, truffa per le tumulazioni: arrestato

I carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari nei confornti del legale rappresentante di una ditta aggiudicataria della gestione dei servizi cimiteriali per il comune cittadino che avrebbe messo in opera una truffa dal 2020 al 2022.

La custodia cautelare costituisce l’epilogo di una complessa attività di indagine che ha permesso di svelare il sistema truffaldino mediante il quale l’indagato, nella gestione dei servizi cimiteriali appaltati dal Comune di Santa Maria a Vico, sarebbe riuscito ad appropriarsi di significative somme di denaro destinate all’Ente.

In particolare, approfittando della sua credibilità per la carica ricoperta, prospettava agli ignari cittadini, in occasione della tumulazione dei propri parenti o, in genere, nei casi di richieste di servizi cimiteriali, di estinguere il debito per gli oneri del servizio facendosi consegnare le somme in contanti che spettavano all’Ente e che invece non sono mai state versate al Comune. Ai cittadini veniva anche rilasciato un bollettino postale fasullo. Eseguito inoltre un sequestro preventivo della somma di 66.088,50 euro indebitamente introitata.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio