Curiosità

Scommesse sportive: meglio puntare su quote alte o basse?

Quanti studi ci possono essere dietro alla compilazione di una schedina? Gli appassionati più incalliti possono trascorrere anche ore tra mille calcoli matematici prima di arrivare a concludere se una quota sia più o meno vantaggiosa rispetto ad un’altra

Quanti studi ci possono essere dietro alla compilazione di una schedina? Gli appassionati più incalliti possono trascorrere anche ore tra mille calcoli matematici prima di arrivare a concludere se una quota sia più o meno vantaggiosa rispetto ad un’altra. In molte discipline sportive, tra l’altro, talvolta le quote di diversi tipi di giocata possono anche equivalersi e a quel punto sta solo e unicamente allo scommettitore la scelta. Meglio puntare su un risultato fisso o sulla quantità di goal in una partita di calcio? Stiamo parlando chiaramente di un quesito che non troverà mai risposto, perché ogni evento fa storia a sé. Nel settore delle scommesse non c’è niente di sicuro. Certo, se una squadra titolatissima ne incontra una abituata alla sconfitta, è molto probabile che sia la prima a vincere, ma se si scommette su più partite nella stessa schedina serve un pizzico di fortuna in più per riscuotere una vincita.

Alla fin fine, ognuno segue le proprie strategie o si affida all’istinto. C’è chi preferisce puntare poco sui risultati più complicati e per questo meglio pagati e c’è chi è abituato a giocare su più partite dal risultato quasi scontato. In quest’ultimo caso, però, sarà necessario alzare sensibilmente la posta per provare a ottenere un ritorno economico soddisfacente, a meno che non si tenti la fortuna su un numero elevatissimo di eventi. La via di mezzo è sempre quella maggiormente consigliata, ma di certo una quota più alta è anche molto più rischiosa di una relativamente bassa.

Al di là dei classici esiti “1”, “X” o “2”, specie nel caso del calcio, esistono parecchie soluzioni che possono essere adottate per ridurre i margini di rischio in una schedina. Se si affrontano ad esempio due squadre importanti come Milan e Juventus, nell’incertezza su quale delle due possa prevalere si può scegliere di scommettere sul numero di goal che verranno messi a segno nel corso del match. Di solito la quota dell’over 1,5, ad esempio, trova riscontri nella realtà. Per contro, i consigli su come scommettere sulle quote alte sono consultabili online e potrebbero essere utili a molti giocatori che invece tendono a massimizzare sempre il profitto. Come anticipato, la strategia da adottare non può che essere a discrezione dell’utente.

Il settore delle scommesse è sempre attento all’attualità e di conseguenza il palinsesto varia in continuazione. Negli ultimi anni stanno andando per la maggiore le sezioni relative ai reality show, ad esempio. Tuttavia, anche gli sport più comuni annoverano nel tempo quote originali e innovative. Da un paio di anni a questa parte si può scommettere persino sull’utilizzo del VAR in un incontro di calcio. In generale, la forbice delle scelte messe a disposizione degli scommettitori è sempre molto larga e tiene conto di tutte le variabili immaginabili in un determinato contesto in cui c’è un risultato che può essere previsto in anticipo, ma sul quale non c’è mai assoluta certezza.

Al giorno d’oggi scommettere può essere visto come un hobby così come un impegno più assiduo. In ogni caso, è sempre bene ricordare che si deve giocare responsabilmente, fissando dei limiti di puntata o imponendosi una calendarizzazione precisa, che non deve essere mai stravolta. In Italia le scommesse possono generare un giro di miliardi di Euro in pochi mesi e alimentano un fenomeno sociale che spesso conosce anche dei risvolti mediatici. A prescindere dalle quote, si ricordi sempre che si gioca principalmente per divertirsi.

Articoli correlati

Back to top button