Cronaca

Canile abusivo sequestrato dai carabinieri a Sessa Aurunca: salvati 26 cani

Sequestrato un canile abusivo a Sessa Aurunca: trovati 17 cani e 9 cuccioli dell’età di circa un mese all'intenro

Un canile abusivo è stato sequestrato Sessa Aurunca. In particolar modo, il reparto forestale dei carabinieri di Sessa Aurunca ha sequestrato un canile abusivo, nei pressi della città. I militari dell’arma, in compagnia del personale dell’Asl di Caserta, stavano effettuando un sopralluogo relativo al rispetto della normativa ambientale e sanitaria, lungo la strada statale 7, quando si sono imbattuti nella struttura.

Sessa Aurunca, sequestrato un canile abusivo

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Sessa Aurunca, congiuntamente a personale dell’A.S.L. Veterinaria di Caserta, durante un sopralluogo finalizzato al rispetto della normativa ambientale e sanitaria derivante dalla detenzione di animali da compagnia, nelle adiacenze della S.S. 7 del Comune di Sessa Aurunca, si sono portati presso una struttura composta da 5 box, pavimentati con una platea in cemento, recintati da rete metallica e lamiere grecate con tetti in pannelli coibentati.

All’interno dei box sono risultati ricoverati 17 cani e 9 cuccioli dell’età di circa un mese, il tutto adibito ad allevamento abusivo di cani di razza Labrador. Nella struttura è stata accertata la presenza di una tubazione in PVC attraversante tutti e 5 i box deputata a raccogliere e convogliare i reflui prodotti dagli animali direttamente in un fosso ricavato nel terreno.

La situazione ravvisata ha risultato integrare, a carico del gestore dell’allevamento abusivo, le violazioni penalmente rilevanti di smaltimento illecito e/o deposito incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi, nonché di scarichi di acque reflue non autorizzati.

L’intervento dei militari

Pertanto, i predetti militari hanno proceduto a sottoporre a sequestro preventivo l’anzidetta struttura di ricovero degli animali, avente una superficie complessiva di circa 150 mq, ad esclusione dei cani ivi presenti, concedendo la facoltà esclusiva al custode giudiziario di accedere nell’area al solo fine di garantire la cura degli stessi.

A seguito del controllo, il personale dell’A.S.L. Veterinaria di Caserta ha disposto l’allontanamento dei cani entro 30 giorni. Sono stati altresì elevati verbali amministrativi in materia di mancata iscrizione all’anagrafe degli animali d’affezione e di esercizio di allevamento non autorizzato di animali d’affezione, per un importo complessivo di 2.200 euro.

Articoli correlati

Back to top button