Cronaca

Spaccio di droga con il call center, 140 anni di carcere per 19 pusher

Arrivano le condanne per 19 dei 71 indagati per spaccio di droga da Marcianise a Milano. Avevano organizzato una rete di spaccio che funzionava come un vero e proprio call center: c’erano dei centralinisti che prendevano le prenotazioni e le giravano ai corrieri, che provvedevano alla consegna a domicilio fino al capoluogo lombardo come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Spaccio di droga da Marcianise a Milano: condanne per 140 anni

Nelle scorse ore sono arrivate le condanne per i primi 19 imputati legati al clan Belforte. Il pm della Procura di Napoli aveva chiesto 280 anni complessivi di carcere. La pena più alta, 15 anni, è stata inflitta a Giovanni Buonanno come organizzatore del call center della droga a Milano.

Per Giuseppe Di Gaetano è caduta l’aggravante di capo e promotore dell’organizzazione: per lui una pena di 7 anni e 4 mesi. Le altre condanne per Giuseppe Giacomo Salzillo (14 anni), Giulio Angelino (2 anni e 8 mesi) Gianpaolo Barbiero e Antimo Bucci (entrambi a 4 anni e 8 mesi) Cristian Michele Barbieri, Giacomo Colella, Pasquale Merola e Giovanni Porzio (7 anni e 4 mesi); Yudi Patricia Cubilla e Caterina Iuliano sono state condannate rispettivamente a 4 anni e 8 mesi di reclusione e a 4 anni, 4 mesi e 20 giorni di reclusione; Francesco Edattico e Giovanni Moretta sono stati condannati rispettivamente a 8 anni e 8 anni e 8 mesi di reclusione. Condanne anche per Carmine Farro (4 anni e 6 mesi), Salvatore Raucci e Antimo Zarrillo (entrambi 5 anni), Edoardo Rocchi (6 anni e 8 mesi) e Raffaele Sellitto (6 anni).

Redazione L'Occhio di Caserta

Redazione L'Occhio di Caserta: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio