Cronaca

Sapiagge deserte a Mondragone: la gente ha paura e piovono le disdette

Sapiagge deserte a Mondragone: la zona rossa fa paura e la gente ha iniziato a disdire le prenotazioni per lidi e alberghi nell’ultima settimana. I gestori sono esasperati e temono per il prosieguo della stagione.

Mondragone: spiagge deserte a causa della zona rossa

Stabilimenti semivuoti, parcheggi disponibili e nessuna coda sulle strade a Mondragone: pioggia di disdette in appena 7 giorni, da quando il focolaio di Mondragone è balzato agli onori della cronaca. A nulla sono valse le rassicurazioni del sindaco e del Governatore De Luca: in 7 giorni le disdette sono arrivateda ogni dove.

La rabbia dei gestori

Sabrina Nugnes, gestore del Lido Medusa, ha espresso, in un’intervista all’Ansa, la sua preoccupazione “Sembra passato un secolo la gente mi chiama per disdire, altri mi chiedono se è possibile venire a Mondragone, come se la città fosse chiusa. Io e i miei colleghi ce l’abbiamo un po’ con la stampa, per certi titoli che hanno scatenato il panico e che non rispecchiano in alcun modo la realtà, visto che nei palazzi ex Cirio sono stati individuati appena 43 contagi”.

 

Articoli correlati

Back to top button