Cronaca

Vincenzo suicida a 16 anni, il caso al Viminale: s’indaghi sulle cause

Suicidio di Vincenzo Arborea, la vicenda finisce al Viminale su iniziativa di Edmondo Cirielli, questore alla Camera per Fratelli d'Italia

La vicenda del suicidio di Vincenzo Arborea finisce al Viminale. Un caso “chiuso” dalla Procura ma di cui si parerà domani al Viminale e sulla scrivania del guardasigilli su iniziativa di Edmondo Cirielli, questore alla Camera dei Deputati per Fratelli d’Italia come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino.

Suicidio di Vincenzo Arborea, i dubbi dietro la tragedia

Resta pieno di interrogativi infatti il decesso di Vincenzo Arborea, il quale si è tolto la vita nella di recupero per minori I cento passi” di Villa Di Briano. Cirielli vuole far luce sulle motivazioni che hanno spinto il 16enne all’estremo gesto e capire se si poteva evitare la tragedia.

Le domande di Cirielli

Edmondo Cirielli ha preparato una interrogazione per i ministri Lamorgese e Cartabia dopo aver accolto l’appello della responsabile del dipartimento Legalità e sicurezza di Fdi della Regione, Maria De Martino. Cirielli chiede “chiarimenti in merito al suicidio del ragazzo minorenne, anche, al fine di accertare eventuali responsabilità della struttura e del personale preposto al suo controllo e alla sua sicurezza”.

Articoli correlati

Back to top button