Cronaca

Teano, impianto rifiuti di S. Croce: il Tar ha bocciato l’istanza della Gesia

Teano, impianto rifiuti di S. Croce: il Tar della Campania ha bocciato l'istanza cautelare presentata dalla Gesia

Il caso a Teano per l’impianto rifiuti di S. Croce, il Tar della Campania ha bocciato l’istanza presentata dalla Gesia. Niente sospensiva e fissazione all’anno prossimo dell’udienza di merito. Il vice presidente del Comitato NoImp Alessandro Lepre: “La struttura burocratica non ha dato seguito alla delibera di Giunta che prevedeva la costituzione in giudizio”.

 

Teano, impianto rifiuti di S. Croce: il Tar ha bocciato l’istanza della Gesia

Il Tar della Campania, nell’udienza di ieri mattina, ha bocciato l’istanza cautelare presentata dalla Gesia Spa nei confronti della Regione Campania per l’annullamento del Decreto Dirigenziale n.145/2021 per la realizzazione di un impianto di “gestione rifiuti pericolosi e non” in località Santa Croce. Alessandro Lepre, vice presidente del Comitato NoImp ed esperto di trasparenza amministrativa: “Nell’udienza di ieri, la Gesia Spa ha chiesto la sospensione del provvedimento che la Regione ha adottato in rigetto sulla richiesta di autorizzazione unica ambientale. Il Collegio, anche sulla base dell’eccezioni presentate dal nostro Avvocato Claudio Guadagnuolo, ha deciso di fissare un merito all’anno prossimo e quindi non ha dato la cautelare alla Ditta che così non ha ottenuto un provvedimento utile per far partire i lavori”.

Articoli correlati

Back to top button