Cronaca

Tentato omicidio: Giovanni Capone torna a casa per Natale, resta in cella il figlio Raffaele

Disposti nuovamente i domiciliari per Capone: condizioni di salute incompatibili con il carcere

Torna a casa per Natale Giovanni Capone, ras del rione Iacp di Caserta accusato di tentato omicidio insieme al figlio Raffaele, che invece resta in carcere. La sua scarcerazione è stata disposta dalla Corte di appello perché, per i giudici, il suo stato di salute è incompatibile col carcere.

Scarcerato il Ras Giovanni Capone: era accusato di tentato omicidio

Capone era stato arrestato dopo il tentato omicidio di Rondinone. Secondo quanto ricostruito i fratelli G.R., di 41 anni, e G.R., di 38, si recarono sotto casa di Giovanni Capone, per vendicare un affronto fatto dal figlio, Raffaele, al padre dei G.R. Dopo una prima lite al parco Santa Rosalia, Giovanni e Raffaele Capone riuscirono a mettere in fuga i due per poi inseguirli ed aggredirli  in via Ruggiero dove uno dei due fratelli venne attinto da diverse coltellate. Solo grazie  all’intervento dei medici del Sant’Anna e San Sebastiano si sono potute evitare conseguenze peggiori.

Articoli correlati

Back to top button