Cronaca

Terra Fuochi, sequestrate tre attività e multe per 350mila euro

Terra dei Fuochi, controlli interforze: sequestrate 3 attività commerciali. Continua l’impegno delle donne e degli uomini dell’Esercito

Proseguono i controlli nella Terra dei Fuochi dove sono state sequestrate tre attività commerciali, con sanzioni per 350mila euro elevate sanzioni nell’action day interforze scattato nei comuni di Maddaloni, San Marco Evangelista, Cervino e Valle di Maddaloni, in provincia di Caserta e a Pollena Trocchia, San Giorgio a Cremano, San Sebastiano al Vesuvio e Massa di Somma, nella Città Metropolitana di Napoli.

Terra dei Fuochi, controlli interforze: sequestrate 3 attività commerciali

Continua l’impegno delle donne e degli uomini dell’Esercito Italiano e delle forze dell’ordine nel contrasto alle attività illecite che producono e smaltiscono nel territorio rifiuti speciali, industriali e artigianali, causando spesso roghi tossici per la popolazione. In particolare, gli action day settimanali si sono concentrati nella provincia di Caserta e Napoli portando anche questa settimana al sequestro e chiusura di imprese commerciali abusive.

Il 24 agosto, nei comuni di Maddaloni, San Marco Evangelista, Cervino e Valle di Maddaloni, l’intervento dei militari dell’Esercito e delle forze dell’ordine, supportati dalle agenzie territoriali interessate al contrasto dei reati ambientali, ha permesso il controllo di 3 attività, di cui 2 sequestrate e l’identificazione di 8 persone, di cui 2 denunciate. Sono anche state date sanzioni per 278 mila euro.

I controlli dell’Esercito

Per il controllo e verifica dei siti individuati dagli specialisti dell’Esercito Italiano e del ROAN della Guardia di Finanza attraverso strumenti operanti nella terza dimensione e quelli individuati dalle Questura di Caserta e Napoli e dalle Polizie Locali, sono stati impiegati 5 equipaggi, con un totale di 14 donne e uomini dell’Esercito Italiano su base 3° Reggimento Bersaglieri, con unità dei Carabinieri, Polizia di Stato e Municipale di Maddaloni, Guardia di Finanza Territoriale di Marcianise, Polizia Provinciale di Caserta e funzionari di ASL e ARPAC di Caserta.

Il 25 agosto nei comuni di Pollena Trocchia, San Giorgio a Cremano, San Sebastiano al Vesuvio e Massa di Somma, l’intervento per il contrasto dei reati ambientali ha permesso il controllo di 6 attività, di cui una posta sotto sequestro e l’identificazione di 7 persone, di cui 1 denunciata. Inoltre, 2 persone sono state sanzionate per illeciti amministrativi, con ammende quantificate in oltre 71mila euro.

Per il controllo e la verifica dei siti, sono stati impiegati 5 equipaggi per un totale di 13 donne e uomini dell’Esercito Italiano su base 3° Bersaglieri e Cavalleggeri Guide 19°, con unità della Polizia Metropolitana di Napoli, determinante nell’occasione, Polizia di Stato di San Giorgio a Cremano, Carabinieri di San Sebastiano al Vesuvio e San Giorgio a Cremano, Guardia di Finanza di Portici e Casalnuovo, Polizia Municipale di Pollena Trocchia e San Sebastiano al Vesuvio e funzionari dell’Ispettorato Centrale Repressione delle Frodi (ICQRF).

Articoli correlati

Back to top button