Cronaca

Imprenditore casertano ‘strozzato’ denuncia e fa arrestare i suoi usurai

Tre usurai arrestati dopo denuncia dell'imprenditore di Cesa e di un imprenditore di Cassino: l'operazione della Finanza

Sono stati arrestati gli usurai che chiedevano maxi-interessi anche ad un imprenditore di Cesa ma attivo nel Napoletano. I Finanzieri del Gruppo di Cassino hanno svolto un’attività d’indagine che traeva origine dalla denuncia di un commerciante di Cassino che asseriva di essere oggetto di usura da parte di un imprenditore edile di Caserta.

Maxi interessi, tre usurai arrestati dopo denuncia dell’imprenditore di Cesa

In realtà, a seguito degli accertamenti svolti, emergeva tutt’altro scenario, poiché era l’usuraio ad essere vittima di altri soggetti e quindi alla disperata ricerca di liquidità. Difatti, dopo aver ottenuto prestiti per decine di migliaia di euro con interessi superiori alla soglia legale, cui non riusciva a fare fronte, l’imprenditore entrava in una spirale perversa, rivolgendosi ad altri strozzini, precipitando sempre più nel baratro della disperazione.

La crisi del Covid

In pieno lockdown e nonostante le restrizioni la vittima, nel vano tentativo di ottenere risorse economiche, cercava a tutti i costi di incontrare persone disposte ad offrirgli il denaro che doveva restituire, poiché era sottoposto a continue intimidazioni e minacce da parte degli strozzini, anche tramite l’utilizzo di armi.

È stato accertato come la vittima abbia complessivamente ottenuto in prestito circa 65mila euro e sia stato costretto a restituirne, solo a titolo di interessi pretesi, oltre 172mila, con un tasso usuraio che sfiora il 95%.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button