Cronaca

Recale, l’annuncio shock di un disoccupato: “Vendo rene al migliore offerente”

É disposto a vendere un rene. La proposta shock è quella di Antonio Campanile, 52enne di Recale (Caserta) il quale su Facebook ha lanciato la proposta e provocazione.

Vendere un rene per vivere, la storia di Antonio Campanile

In Italia la pratica della vendita degli organi è illegale. Pertanto, se dovesse trovare un compratore, Campanile dovrebbe farsi operare all’estero. Per otto anni circa ha lavorato come parcheggiatore per un’emittente televisiva e per uno studio dentistico, entrambi di proprietà di un professionista la cui attività è stata, peraltro, oggetto d’indagine della Guardia di finanza, con sequestri milionari; poi, il licenziamento e l’intimazione di sfratto.

Le sue condizioni

Attualmente Antonio vive in un tugurio nel centro storico del comune casertano. Con lui un cane ed un gatto. Riesce a sopravvivere grazie al sostegno delle “Dame di San Vincenzo” e della Caritas. Allo stesso tempo sostiene di non mangiare da giorni e di aver provato a togliersi la vita. A vuoto, per il momento, la domanda per il Reddito di Cittadinanza. In molti si stanno interessando alla sua causa e la speranza è che quanto prima la vicenda possa avere un lieto fine.

 

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button