Cronaca

Venditore di carciofi minaccia di darsi fuoco: shock a Capodrise

Venditore di carciofi di darsi fuoco: shock a Capodrise dove un ambulante 40enne ha minacciato di togliersi la vita

Attimi di paura a Capodrise dove un uomo ha minacciato di darsi fuoco. È accaduto nella giornata di ieri, domenica 20 marzo, quando un il 40enne L.F., residente a Caivano, si è cosparso il corpo di alcol, minacciando di darsi fuoco come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Capodrise, venditore di carciofi di darsi fuoco

Il 40enne, venditore di carciofi, prima di minacciare il suicidio aveva brandito un forchettone. Poi, vistosi alle strette ha inscenato il tentativo di suicidio. Dopo diverse ore l’uomo è stato riportato alla calma. La reazione è scattata dopo essere stato sorpreso a vendere carciofi alla brace senza licenza, senza registratore di cassa e senza l’autorizzazione a occupare il suolo pubblico.

L’ambulante era stato controllato dagli agenti della Polizia Municipale e dai militari della guardia di finanza di Marcianise, nell’ambito di un’operazione condotta lungo via Retella, via Grego e viale Europa.

La paura

Quando L.F., recidivo, ha capito che avrebbe subito il sequestro dei carciofi e sarebbe stato per di più sanzionato, è andato in escandescenza. Ha lanciato improperi, ha puntato un arnesi da lavoro contro le forze dell’ordine, si è ricoperto di liquido infiammabile e, con un accendino, ha manifestato l’intenzione di volersi dare fuoco.

Articoli correlati

Back to top button