Economia

Vini italiani, quali sono i più rinomati

L’Italia, tra le tante meraviglie, può vantare un grandissimo patrimonio: quello dei vini. L’enogastronomia italiana è uno dei comparti più fiorenti e che maggiormente attirano i turisti provenienti da tutto il mondo

L’Italia, tra le tante meraviglie, può vantare un grandissimo patrimonio: quello dei vini. L’enogastronomia italiana è uno dei comparti più fiorenti e che maggiormente attirano i turisti provenienti da tutto il mondo.

Non è difficile immaginare il perché. Parliamo di una terra meravigliosa, accogliente, ricca d’arte, di natura e degustare un vino è senza dubbio un’esperienza tra le più belle che si possano fare in Italia. Ma quali sono i vini italiani più rinomati in tutto il mondo?

I vini italiani più rinomati in tutto il mondo: un patrimonio da Mille e una botte

A seconda delle regioni, l’Italia offre condizioni climatiche e di terreno che riescono a conferire ai vitigni un mix di sentori in grado di rendere eccellente un vino. Non solo rossi, e neanche solo bianchi. Il mondo enologico italiano è ricco e variopinto.

I vini rossi italiani più rinomati

Per scoprire il re dei vini rossi italiani dobbiamo andare in Piemonte. Il Barolo è un vino affascinante, pieno, robusto e corposo; alcune cantine ne producono eccellenze, come nel caso dei vini Gaja. Un prodotto che sposa perfettamente la gastronomia piemontese e che può vantare la compagnia di altri rossi pregiati come il Nebbiolo.
Charme e nobiltà senza dubbio anche per altri vini rossi italiani, come l’Amarone della Valpolicella, che vede i suoi regali natali in Veneto, e il Brunello di Montalcino, rosso sinuoso toscano che gode di ottima compagnia in quanto a vini rossi nella sua regione.

I migliori vini bianchi italiani

L’Italia è ricchissima di pregiati vini bianchi, ma probabilmente, lo scettro del potere, potremmo conferirlo al Franciacorta. Parliamo del metodo classico made in Italy che più fa a gara con lo champagne e che più fa brillare gli occhi a chi lo degusta. Il territorio di nascita è incantevole, tra Brescia e il Lago d’Iseo. Le colline e le temperature lacustri regalano a queste bollicine tutto il fascino di un’esperienza regale.
Una menzione particolare anche per il Greco di Tufo, un bianco imponente che ci regala la Campania in tutta la sua tradizione più interna e collinare.

Bollicine tutte italiane, le più rinomate

Se abbiamo parlato del metodo classico, non possiamo non parlare del Prosecco. L’atavica danza tra metodo classico e metodo Charmat. Tra le bollicine italiane le più famose sono sicuramente quelle del Prosecco, un vino che ha casa in Veneto e che è possibile realizzare solo in determinate zone, come lo Champagne. Se la gioca benissimo anche il Piemonte, che vede i suoi spumanti d’Asti, il suo metodo classico anche in versione rosata.

Vini da dolce italiani: gli intramontabili

Terra di grande pasticceria l’Italia che non poteva non avere dei degni accompagnatori. I vini dolci italiani sono ciò che racchiude tutto il calore di questo Paese con le note, i profumi e i colori dei più variopinti paesaggi. Su tutti: Brachetto d’Aqui, dal Piemonte, Malvasia delle Lipari, dalla Sicilia, Passito di Pantelleria.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto