Cronaca

Whirlpool, protesta a Santa Maria Capua Vetere: “Qui per incontrare Draghi”

I lavoratori manifestano dopo la decisione dell'azienda di dare il via al licenziamento collettivo per la sede di Napoli

Oltre cento lavoratori della Whirlpool, dopo la decisione dell’azienda di avviare la procedura di licenziamento collettivo per lo stabilimento di Napoli, hanno protestato fuori dal carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Protesta Whirlpool: “Qui per incontrare Draghi”

Siamo qui per incontrare Draghi”, spiega il segretario regionale dei metalmeccanici della Uil, Antonello Accurso. “Il governo faccia rispettare l’avviso firmato con Cgil, Cisl, Uil e Confindustria per evitare i licenziamenti”, aggiunge.

La Whirlpool ha deciso di avviare la procedura di licenziamento collettivo per i lavoratori dello stabilimento di via Argine a Napoli. L’annuncio, secondo quanto riferiscono fonti sindacali, è stato fatto dai vertici della multinazionale nel corso dell’incontro on line convocato dal Mise e al quale stanno partecipando azienda e sindacati.

L’amministratore delegato di Whirlpool Italia, Luigi La Morgia, nel confermare i licenziamenti, ha affermato: “Siamo consapevoli della nostra scelta, siamo il più grande investitore e produttore di elettrodomestici in Italia”.

Articoli correlati

Back to top button