Coronavirus correlato alla glicemia: lo studio sui pazienti dei reparti di Malattie Infettive dell’ospedale Sant’Anna di Caserta

coronavirus-provincia-caserta-nessun-nuovo-caso

Il coronavirus è correlato ai valori della glicemia: questo l'esito dello studio condotto dall'università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli

Il coronavirus è correlato ai valori della glicemia: questo l’esito dello studio condotto dall’università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli su 59 pazienti ricoverati presso i reparti di Malattie Infettive dell’ospedale Sant’Anna di Caserta e della stessa università.

Coronavirus correlato alla glicemia: lo studio

Nel Casertano,  sono almeno sette le persone tornate positive dopo essere risultate guarite, ovvero dopo aver praticato il doppio tampone risultando negativi. La ripositivizzazione riguarda un’area circoscritta, quella del comune di Santa Maria Capua Vetere, il più colpito nel Casertano in termini di contagiati e deceduti.

Le ricerche

L’Asl di Caserta, con l’ospedale dei Colli e il Policlinico dell’Università Vanvitelli, sta svolgendo delle ricerche sul fenomeno. «La letteratura medica internazionale – spiega il direttore generale dell’Asl di Caserta, Ferdinando Russo – dice che queste persone non dovrebbero trasmettere il virus, ma comunque dobbiamo usare molta cautela».

La pubblicazione

Lo studio, pubblicato su Diabetes Care, è frutto di un’analisi su 59 pazienti ricoverati nei reparti di Malattie Infettive dell’ospedale Sant’Anna di Caserta e dell’Università degli Studi della Campania, Luigi Vanvitelli. In sintesi, lo scompenso glicemico, condizione in cui i valori di glucosio nel sangue sono eccessivamente alti, è responsabile di complicanze nei pazienti anziani affetti da Covid 19.

TAG