Cronaca

La genetica influisce sui sintomi del Covid: lo studio “Made in Caserta”

La genetica può influire sui sintomi nei pazienti affetti dal Covid rispetto a quelli asintomatici. È quanto emerge da uno studio "Made in Caserta"

La genetica può influire sui sintomi nei pazienti affetti dal Covid rispetto a quelli asintomatici. È quanto emerge da uno studio “Made in Caserta” finanziato dal Pineta Grande Hospital di Castel Volturno.

Hanno partecipato alla ricerca ben 5 professionisti della struttura: il dottor Felice Rosapepe, la dottoressa Maria Pia Ottaiano, il dottor Giulio Benincasa, la dottoressa Romina Perone e la dottoressa Elisa Varriale insieme a Tina Cafiero e il professor Salvatore Pisconti dell’ospedale Moscati di Taranto, il dottor Gerardo D’Amato e la dottoressa Agnese Re dell’Università Cattolica, la dottoressa Alessandra Micera e il dottor Andrea Cacciamani della Fondazione Bietti di Roma, e il professor Raffaele Palmirotta dell’Università di Bari.

La genetica influisce sui sintomi del Covid: lo studio condotto a Caserta

Lo studio – come riporta anche Caserta News – ha evidenziato differenze rilevanti dei geni  Ace2, Ace11 e Agt che potrebbero rappresentare uno strumento prezioso per prevedere l’esito clinico dei pazienti affetti da Sars-CoV-2 ed intervenire tempestivamente con terapie quando il paziente non è ancora gravemente sintomatico. Si potrebbe prevedere infatti una predisposizione genetica per i gravi danni agli organi nei pazienti affetti da Coronavirus.


 

Articoli correlati

Back to top button