Cronaca

Addio a don Paolo dell’Aversana: fu messaggero di legalità nel segno di Don Diana

Lutto in provincia di Caserta per la scomparsa di don Paolo dell’Aversana, rettore del santuario Madonna di Briano, deceduto all’età di 74 anni nella giornata di ieri, sabato 16 marzo, dopo una lunga malattia come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Lutto in provincia di Caserta, è morto don Paolo dell’Aversana

Arrivò nel 1974 al santuario, in un territorio sotto il predominio della camorra, senza mai voltare lo sguardo dall’altro lato. Nel 1991 firmò con don Peppe Diana e altri sacerdoti della Forania di Casal di Principe, il documento “Per amore del mio popolo“. Un impegno quotidiano col quale riuscì a trasformare il Santuario in baluardo di cittadinanza attiva e di lotta alle mafie, accogliendo attivisti, scout, studenti.

Libera Campania ricorda: “La prima carovana antimafia si tenne proprio lì, don Paolo aveva l’intelligenza di leggere gli eventi sempre con occhi nuovi”. Don Paolo ha camminato a lungo accanto al Comitato don Peppe Diana, che al santuario ha avuto per alcuni anni la propria sede operativa.

Redazione L'Occhio di Caserta

Redazione L'Occhio di Caserta: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio