Cronaca

Caserta, usura all’organizzatore di eventi: arrestato 30enne

Gli spettacoli annullati durante il lockdown non hanno permesso alla vittima di saldare il debito lievitato a 190mila euro

Caserta, usura all’organizzatore di eventi. Un debito da 10mila euro lievitato fino a 190mila euro per effetto di interessi usurai. Per questo a Caserta la guardia di finanza ha arrestato L.P. di 30 anni, ritenuto indiziato di usura ed estorsione ai danni di un imprenditore operante nell’organizzazione di eventi e spettacoli.

Caserta, usura all’organizzatore di eventi

Secondo quanto denunciato, la vittima, nel novembre 2019, per far fronte ad impellenti necessità finanziarie legate alla sua attività, non riuscendo più a rivolgersi alle banche, si era rivolta allo strozzino, confidando di poter rimborsare in breve tempo il debito contratto (15mila euro di cui 10mila di capitale e 5mila di interessi, con un tasso iniziale del 600%). Era sicuro di riuscire a rientrare grazie all’organizzazione di eventi programmati per il 2020.

Tuttavia, per effetto del lockdown, l’imprenditore non era riuscito a restituire la somma che nel frattempo era lievitata, in ragione degli elevati tassi usurai, fino a raggiungere i 190mila euro. La mancata restituzione del denaro ha indotto lo strozzino a svariate richieste di denaro anche con minacce sia nei confronti dell’imprenditore sia della sua famiglia. “Ti ammazzo”, “ti taglio la gola”, “butto giù dal balcone prima a te e poi a tuo padre”, “ti sequestro fino a quando non mi porti tutti i soldi“. Questo il tenore delle minacce che hanno intimorito la vittima al punto da restituire 70mila euro, raccolti da amici e parenti.

Ma le pressioni continuavano. Così la vittima ha deciso di denunciare. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e svolte con intercettazioni telefoniche ma anche con appostamenti e pedinamenti, hanno confermato quanto denunciato dalla vittima, compresa la ricostruzione del prestito (con l’applicazione di un tasso di interesse che era attivato al 2500%) nel cui ambito era previsto un piano di ammortamento con la consegna di mille euro mensili per 10 anni. Per l’usuraio si sono aperte le porte del carcere.

Articoli correlati

Back to top button