Cronaca

Coronavirus, le lucciole a Caserta si “armano” di mascherine

L’emergenza coronavirus sembra non spaventare il mercato della prostituzione a Caserta. Da qualche ora sta facendo il giro su Whatsapp e Facebook una doppia foto in cui si vede una prostituta seduta in una strada secondaria,  sotto ad un viadotto, con la mascherina antivirus.

Lucciole a Caserta armate di mascherine

L’immagine, garantisce il consigliere Regionale dei Verdi e speaker radiofonico Francesco Emilio Borrelli è stata scattata a Ischitella, nella zona di Castel Volturno, provincia di Caserta, dove è massiccia la presenza di prostituzione in strada.

“Qui siamo di fronte ad una contraddizione assurda e quasi surreale – dichiara Borrelli  -. Tutti hanno il diritto ed il dovere di proteggersi dal contagio ma che senso ha indossare una mascherina se poi si hanno rapporti sessuali con più persone per strada e casomai non protetti? La prostituzione è spesso causa di trasmissione di malattie, oggi più che mai è necessario effettuare controlli e pattugliamenti delle strade per contrastare vigorosamente il fenomeno, siamo di fronte ad una grande emergenza sanitaria che queste persone e i loro clienti corrono il rischio di peggiorare”.

 

Articoli correlati

Back to top button