Cronaca

Coronavirus, salgono i contagi nel casertano. Coinvolte due famiglie, c’è anche un bambino

Impennata di contagi da coronavirus in provincia di Caserta, coinvolte due famiglie. C’è anche un bambino che frequenta la scuola elementare. I positivi nelle ultime 24 ore sono stati sette.

Nuovi contagi da coronavirus in provincia di Caserta

I sette nuovi contagi si sono registrati a Casapulla. Coinvolti due nuclei familiari, c’è anche un bambino che frequenta la scuola elementare di via Rimembranza. Per il sindaco Renzo Lillo questa è “una delle giornate più difficili per quanto riguarda la diffusione del Covid sul nostro territorio dall’inizio della pandemia”.

Il bambino “negli ultimi giorni non è andato a scuola; al momento non presenta alcun sintomo. Su indicazioni dell’Asl competente, abbiamo attivato le procedure per contenere e prevenire eventuali contagi. Come azione precauzionale l’istituto scolastico è stato immediatamente sanificato per consentire la sua regolare apertura per la giornata di oggi, 5 ottobre. Il responsabile Covid preposto dalla scuola ha provveduto ad informare i genitori degli alunni che frequentano la classe del bambino e quelli della scuola media che hanno utilizzato la stessa aula per effetto dei doppi turni; i ragazzi interessati rimarranno a casa in attesa di nuove disposizioni”.

“Tutti, istituzione scolastica, Asl ed amministrazione comunale, lavorano per offrire il massimo della sicurezza ai vostri figli, informandovi, in tempo opportuno, quando si hanno dati certi ed informazioni attendibili. Quando sta accadendo a livello nazionale, regionale e, purtroppo, nella nostra comunità, ci deve far riflettere molto sul nostro comportamento e sulla attenzione che dobbiamo prestare nel rispettare le indicazioni che riceviamo. Dobbiamo fare attenzione, indossare la mascherina, evitare assembramenti e mantenere il distanziamento sociale. Questo ci aiuterà a superare l’epidemia; se i contagi stanno aumentando non è solo e sempre colpa degli altri, è anche colpa del nostro ‘distratto’ comportamento”.

Articoli correlati

Back to top button