Cronaca

Il coronavirus miete vittime nel Casertano: 3 morti in 7 giorni

Coronavirus, aumenta il numero delle vittime in Campania: tre morti nel giro di una settimana nel Casertano. Dopo il decesso del vescovo Giovanni D’Alise, ieri l’azienda sanitaria casertana ha registrato due decessi di pazienti, uno di Maddaloni e uno di Conca della Campania (Galluccio), entrambi positivi al Covid, per un totale di 52 decessi.

Coronavirus, 3 morti nel Casertano in 7 giorni

Intanto aumentano i contagi: 61 nelle ultime 24 ore. Il totale dei positivi da marzo è 2.207, di cui 907 attuali. Dati confortanti per quanto riguarda le guarigioni, 45 nella giornata di ieri.

Per ora, su circa 900 pazienti, sono soltanto 45 i ricoverati all’ospedale Covid di Maddaloni: tutti gli altri sono seguiti dai Team Covid del territorio provinciale messi in moto già dalla prima fase dell’emergenza dal direttore generale dell’Asl di Caserta Ferdinando Russo.

La situazione negli ospedali

L’ospedale di Maddaloni ha 71 posti letto per la degenza ordinaria, oltre ai 15 posti letto di Terapia intensiva. L’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano ha convertito il reparto di Malattie infettive in reparto Covid, con 18 posti letto utili. Inoltre, ci sono i 24 posti letto del modulo di Terapia intensiva commissionato ad aprile scorso dalla Regione Campania.

Ad oggi tale modulo non ha ancora accolto alcun paziente: potrà farlo quando il 75% dei posti di Terapia intensiva dell’ospedale di Maddaloni sarà impegnato. In questo caso, l’ospedale provinciale è chiamato a intervenire offrendo la propria disponibilità.

Articoli correlati

Back to top button