Cronaca

Covid: operatore sanitario muore a causa dalla variante inglese, aveva ricevute le due dosi del vaccino

Ugo Scardigli aveva 53 anni e aveva ricevuto le due dosi del vaccino contro il Covid di Pfizer

Non c’è l’ha fatta Ugo Scardigli, il 53enne di Pietravairano ricoverato nel reparto di terapia intensiva al Covid Center di Maddaloni a seguito della positività al Covid 19. L’uomo, un operatore sanitario addetto all’assistenza dei pazienti dializzati, aveva ricevuto le due dosi del vaccino ma a stroncarlo è stata la variante inglese del coronavirus.

Covid a Pietravairano: Ugo Scardigli morto a causa della variante inglese

Le condizioni di Ugo era sembrate subito gravi a causa delle difficoltà respiratorie in constante peggioramento tanto che i medici avevano optato per la respirazione assistita. Poi il decesso sopraggiunto in queste ore. La comunità di Pietravairano si stringe intorno alla famiglia Scardigli.

Il vaccino è davvero efficace?

Il caso di Ugo fa discutere sulla effettiva efficacia dei vaccini. L’uomo, infatti, aveva ricevuto la prima dose del preparato di Pfizer ma tra la prima e la seconda dose di avrebbe manifestato alcuni sintomi riconducibili al Covid, come febbre e problemi respiratori. Non è chiaro se si trattasse degli effetti collaterali della prima inoculazione o dei sintomi da infezione da Covid.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button