Cronaca

Caserta, professore di sostegno condannato per maltrattamenti

Un professore di sostegno di Caserta è stato condannato per maltrattamenti a due anni di reclusione. L’insegnante, di ruolo alle scuole medie, nel 2019 finì agli arresti domiciliari su ordine della magistratura come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Maltrattamenti, professore di sostegno di Caserta condannato

I giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere hanno confermato le accuse emerse durante le indagini. Accuse sostenute da quattro compagne di classe della vittima, un adolescente affetto da disturbo dello spettro autistico.

Gli amici lo hanno descritto come un “ragazzo dolce” e sarebbe stato spinto al muro o a terra e maltrattato dal professore di sostegno. Una sentenza emessa due giorni fa, quando i genitori dell’adolescente hanno tirato un sospiro di sollievo. Madre e padre del ragazzo per un anno hanno raccolto prove e indizi in silenzio, interpretando i pianti notturni e l’agitazione del figlio, ma anche l’atteggiamento oppositivo nell’entrare a scuola del giovane.

In alcune occasioni, di notte, il ragazzo si sarebbe alzato prendendosi a schiaffi da solo. Un nervosismo
spiegato proprio dall’adolescente, il quale ha scritto alla madre al computer di aver paura del docente.

Redazione L'Occhio di Caserta

Redazione L'Occhio di Caserta: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Back to top button