Cronaca

“Lunedì faccio le valigie e me ne vado”, gli ultimi istanti prima dell’omicidio di Maria Carmina Fontana

Luigi Fontana di Casapesenna uccide la moglie Maria Carmina Fontana nella loro villetta in provincia di Lucca. La ricostruzione

“Lunedì faccio le valigie e me ne vado”, Maria Carmina Fontana lo aveva detto al marito prima dell’omicidio. È quello che è emerso dalle prime testimonianze raccolte dai carabinieri. La tragedia si è consumata nella villetta di Altopascio, in provincia di Lucca, dove la coppia di origini casertane viveva. Il killer Luigi Fontana, originario di Casapesenna, ha ucciso la moglie a coltellate al culmine di una lite. L’uomo accusava la donna di avere una relazione con un uomo di Altopascio.

Omicidio a Lucca, Luigi Fontana uccide la moglie a coltellate: temeva il tradimento

È stato un vicino di casa a dare l’allarme quando ha visto camminare in strada, con le mani insanguinate. Luigi Fontana, 54 anni, era uscito dalla sua abitazione dopo aver ucciso la moglie Maria Carmina, 51 anni. La donna, come riporta Caserta CE, è morta in seguito alle coltellate inflitte con un coltello da carne con una lama lunga circa 20 centimetri.

 

Articoli correlati

Back to top button