Cronaca

Marcianise, sequestro di beni da 250mila euro al “prof” del clan Belforte

Sequestro di beni a Roberto Trombetta del clan Belforte. Sorveglianza speciale per l'ex docente, condannato nel 2018

Sequestro di beni da oltre 250mila euro a Roberto Trombetta, ex insegnante di 56 anni e ritenuto legato al clan “Belforte” di Marcianise. I beni sono stati confiscati dagli agenti della Divisione Anticrimine della Questura di Caserta e i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Caserta.

Clan Belforte di Marcianise, sequestro di beni a Roberto Trombetta

Per Roberto Trombetta è scattata anche la misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza. Non potrà spostarsi dal comune di residenza per 2 anni e 6 mesi a causa della pericolosità sociale. In particolar modo gli è stato sequestrato un appartamento di Marcianise oltre a 155.200 euro.

Chi è Roberto Trombetta

Roberto Trombetta è stato condannato a 9 anni e 4 mesi di reclusione. L’accusa, tra le altre, è di associazione mafiosa nella sentenza emessa il 27 novembre del 2018 dalla Corte di Appello di Napoli. Ex insegnante, Trombetta è stato ritenuto vicino al clan Belforte di Marcianise. È fratello di Luigi Trombetta, noto esponente della cosca dei Mazzaca

 

Articoli correlati

Back to top button