Cronaca

Violenze in carcere, detenuti citano in giudizio il Ministero della Giustizia e l’Asl

Violenze in carcere. I detenuti citano in giudizio il Ministero della Giustizia e l'Asl. Le ultime notizie

Violenze in carcere. I detenuti citano in giudizio il Ministero della Giustizia e l’Asl. Il Ministero della Giustizia e dell’Asl di Caserta avrà una doppia veste nel corso dell’iter sulle violenze ai danni dei detenuti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere del 6 aprile 2020. Lo ha deciso oggi il gup Pasquale D’Angelo nel corso dell’udienza preliminare partita a metà dello scorso dicembre.

Violenze in carcere a Santa Maria Capua Vetere, le ultime notizie

Asl e saranno sia parti civili, e potranno quindi chiedere risarcimento ai propri dipendenti in caso di condanna, ma anche responsabili civili, e potranno quindi essere citati dai vari costituirsi nel processo. L’udienza è stata rinviata al 29 marzo per consentire agli avvocati di citare, eventualmente, i responsabili civili.

La domanda era stata posta e richiesta da diversi legali già nel corso della prima udienza, ma la riserva è stata sciolta solo oggi.

L’iter giudiziario coinvolge 108 indagati ai quali vengono contestati, a vario titolo, i reati di abuso di autorità, tortura, lesione e falso in atto pubblico. La Procura, il 3 febbraio, ha fatto richiesta di patteggiamento per 32 persone.

 

Articoli correlati

Back to top button