Cronaca

Geometra truffa lo Stato ottenendo un contributo di 30mila euro: scatta il sequestro

Bellona, maxi sequestro di beni: nei guai un geometra. Aveva ottenuto un contributo di 30mila euro dallo stato

Maxi sequestro di beni ad un geometra di Bellona, accusato di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Nella mattinata di oggi, giovedì 22 settembre, all’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Benevento, i militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Montesarchio e della Compagnia della Guardia di Finanza di Capua hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente di 30mila euro emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Benevento nei confronti di un professionista residente a Bellona esercente l’attività di geometra.


bellona-sequestro-beni-geometra-truffa-stato-30mila-euro


Bellona, maxi sequestro di beni: nei guai un geometra

Il predetto professionista aveva richiesto ed ottenuto un finanziamento garantito di 30mila euro al 100% dal Fondo di garanzia Piccole e Medie Imprese che gli era stato accreditato nel 2020 presso una filiale di un istituto di credito di Montesarchio.

All’esito delle indagini si acquisivano gravi indizi in ordine al fatto che il predetto professionista aveva falsamente dichiarato di aver conseguito nell’anno 2018 ricavi pari a circa 126.000 euro superiori a quelli effettivamente percepiti, ovvero circa 27mila euro. Tale stratagemma era stato utilizzato dal geometra al fine di conseguire il contributo massimo previsto dalla legge (30mila euro) in quanto il finanziamento è concesso nella misura del 25% dei ricavi percepiti dalle imprese come risultanti dalla dichiarazione dei redditi presentata.

Il raggiro

L’incentivo, era riservato alle piccole e medie imprese al fine di fornire un efficace sostegno per il superamento degli effetti della crisi economica innescata dall’emergenza epidemiologica da Covid.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.

Articoli correlati

Back to top button