Cronaca

Carcere di Santa Maria Capua Vetere, agenti sotto inchiesta: i detenuti festeggiano con fuochi d’artificio

Carcere di Santa Maria Capua Vetere, i detenuti festeggiano con fuochi d’artificio fatti esplodere all’esterno dai loro familiari mentre la polizia giudiziaria notificava agli agenti della polizia penitenziaria i provvedimenti (57 decreti di perquisizione) richiesti dall’autorità giudiziaria che sta indagando sui presunti pestaggi avvenuti lo scorso 6 aprile nell’istituto di pena dopo le rivolte innescate a causa delle restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria.

Detenuti del carcere di Santa Maria Capua Vetere festeggiano per gli agenti sotto inchiesta

Tra le ipotesi di reato, figurano anche la tortura e l’abuso di potere. Stato di agitazione e astensione dalla mensa ordinaria di servizio in tutte le carceri della regione Campania, a partire da oggi: è quanto hanno proclamato i sindacati di Polizia Penitenziaria Osapp, Sinappe, Uil. P.A., PP FNS CISL, Uspp e Cnpp che, in una nota congiunta, annunciano anche «la definizione di ulteriori eventuali forme di protesta, in assenza di segnali da parte dei vertici amministrativi».

 

Articoli correlati

Back to top button