Cronaca

Castel Volturno, la moglie lo denuncia per violenza: pena soft per il marito

Moglie sequestrata e picchiata: condanna a un anno e mezzo di detenzione in carcere per un uomo di Castel Volturno

È stato condannato a un anno e mezzo un uomo di Castel Volturno accusato di aver sequestrato picchiato la moglie, anche con bastoni, sedie e persino con una play-station. Il tribunale di Santa Maria Capua Vetere lo ha assolto non giudicando attendibile la denuncia della donna. L’imputato è stato condannato ad un anno e mezzo di carcere con pena sospesa per violazione di domicilio.

Castel Volturno, moglie sequestrata e picchiata: condanna soft

Come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, la sentenza arriva dopo la denuncia presentata dai carabinieri per presunti maltrattamenti subiti dal marito, anche davanti ai figli di 16 e 4 anni. La donna ha raccontato che dopo la fine della loro relazione (i due sono separati di fatto) l’ex l’avrebbe più volte minacciata di andare ad uccidere con una pistola il suo nuovo compagno, intimandole di non farsi vedere in giro con il rivale.

Sarebbe arrivato quasi a soffocarla, aggredendola con calci e pugni e irrompendo più volte nell’abitazione della donna. In una circostanza, ha raccontato la donna, l’ex marito avrebbe chiuso lei e il figlio di 4 anni in una stanza dell’abitazione, impedendo loro di uscire.

Articoli correlati

Back to top button