Cronaca

Coronavirus a Caserta, l’appello di un bimbo trapiantato: “Restate a casa”

Emergenza coronavirus, il commovente appello di restare a casa proviene da un bimbo trapiantato di soli sei anni. Il piccolo è di un comune del Casertano dove si sono verificati tre casi

Coronavirus a Caserta, l’appello di un bimbo trapiantato

“Ciao, ho sei anni, sono un bambino trapiantato quindi immunodepresso” si legge nell’appello che la mamma del piccolo ha pubblicato su Instagram in una storia poi condivisa dalla dirigente dell’istituto frequentato dal bimbo e quindi dal sindaco. “Sai cosa significa immunodepresso? Zero anticorpi, zero difese immunitarie. Abito a Cesa e il sindaco del mio paese cerca in tutti i modi di proteggere me e altre persone più deboli come me ma…se tu non resti a casa, il suo aiuto sarà vano…pensaci..” si conclude l’appello.

Articoli correlati

Back to top button