Cronaca

Palazzina crollata nel Casertano, la fortuita coincidenza di una coppia: “Dovevamo trasferirci lì, poi abbiamo rimandato”

Esplosione e crollo di una palazzina a San Felice a Cancello, la fortuita coincidenza di una coppia: "Dovevamo trasferirci lì, poi abbiamo rimandato"

La fortuita coincidenza di una giovane coppia con un bimbo che era pronta a trasferirsi al piano superiore della palazzina crollata in seguito all’esplosione, ieri 19 novembre a San Felice a Cancello.

Esplosione e palazzina crollata, la coincidenza di una coppia

La giovane coppia con un bimbo era pronta a trasferirsi nel piano superiore della palazzina crollata, ma a causa del ritardo della consegna di un materasso non si è più trasferita. È proprio il sindaco di San Felice a Cancello, Giovanni Ferrara, a rivelare la circostanza che rappresenta “una fortuna in una tragedia immane”.

Esplosione e crollo di una palazzina a San Felice a Cancello, la ricostruzione

Sul luogo sono accorsi immediatamente i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Una coppia di anziani è finita sotto le macerie. Subito sono partite le operazioni tra le macerie. La donna viene estratta dalle macerie intorno alle 13.30, e viene condotta subito in ospedale. Suo marito purtroppo non ce l’ha fatta. Il corpo senza vita del pensionato è stato rinvenuto nel pomeriggio di ieri, venerdì 19 novembre.

Una fuga di gas dalla cucina

Secondo quanto trapelato finora, la vittima Mario, aveva forse intuito l’insidia. Infatti, come scrive anche l’odierna edizione de Il Mattino, la vittima aveva accennato a un odore di gas in chiesa.

Le indagini

Intanto per chiarire le cause dell’accaduto, la Procura ha aperto una inchiesta. Le indagini sono nelle mani dei carabinieri che sono al lavoro per ricostruire le circostanze della tragedia.

Articoli correlati

Back to top button