Cronaca

Fontana sorvegliato in carcere dopo aver ucciso la moglie a coltellate: rischio suicidio

In carcere per l'omicidio della moglie, si teme il suicidio per Luigi Fontana. Il 54enne sorvegliato speciale in carcere

Isolamento e sorveglianza speciale per evitare atti di autolesionismo o il suicidio per Luigi Fontana, il 54enne di Casapesenna rinchiuso nel carcere di San Giorgio per l’omicidio della moglie Maria Carmina Fontana, 50 anni, uccisa con almeno quindici coltellate nella giornata di venerdì 28 maggio in una villetta di Altopascio, in provincia di Lucca.

In carcere per l’omicidio della moglie, paura suicidio per Luigi Fontana

Come riportato da Casertanews, nelle scorse ore è arrivato il nullaosta alle dimissioni dal reparto ospedaliero del San Luca. Il 54enne infatti era stato ricoverato e sedato prima dell’interrogatorio di garanzia nella caserma dei carabinieri. Un nullaosta arrivato dal responsabile sanitario dopo il sensibile miglioramento delle condizioni di salute dell’uomo – indagato per omicidio volontario aggravato – che adesso sarebbero compatibili con il regime carcerario

Femminicidio in Toscana, Luigi Fontana di Casapesenna ha ucciso la moglie Maria Carmina Fontana

L’omicidio è avvenuto nel primo pomeriggio in una villetta di Altopascio (Lucca), in via Enrico Fermi. La donna è morta in breve tempo e il 118 non ha potuto fare altro che constatare il decesso. Secondo quanto appreso i carabinieri hanno condotto via il marito, che si troverebbe in una caserma dell’Arma in stato di fermo.


femminidio-altopascio-donna-uccisa-coppia-originaria-caserta-chi-sono


Le indagini sono in pieno corso per stabilire i motivi della lite in famiglia che avrebbero portato all’omicidio. È stato un vicino di casa a dare l’allarme quando ha visto camminare in strada, con le mani insanguinate, Luigi Fontana, 54 anni, uscito dalla sua abitazione dopo aver ucciso la moglie Maria Carmina, 51 anni.

La dinamica

Secondo una ricostruzione l’uomo l’aveva colpita con coltellate e lasciata agonizzante in un corridoio della loro casa, una villetta con giardino. Quando i soccorritori sono arrivati, la donna era morta. L’arma del delitto è stata sequestrata dai carabinieri. Lui è un artigiano, la donna era casalinga.


“Lunedì faccio le valigie e me ne vado”, gli ultimi istanti prima dell’omicidio di Maria Carmina Fontana

Articoli correlati

Back to top button