Cronaca

Carcere di Santa Maria Capua Vetere, detenuto tenta evasione come nei film e scappa a piedi sulla Superstrada

Ha prima chiesto una fermata sull'autogrill per un bisogno fisiologico e poi ha provato a scappare alle guardie

Un detenuto del carcere di Santa Maria Capua Vetere che stava per essere condotto nel carcere di Rimini tenta un’evasione come nei film: ha prima chiesto una fermata sull’autogrill per un bisogno fisiologico e poi ha provato a scappare a piedi sulla Superstrada.

Santa Maria Capua Vetere, detenuto tenta evasione

Un detenuto stava per essere condotto nel carcere di Rimini quando ha provato ad evadere stile film polizieschi. L’episodio al quanto singolare è avvenuto questa mattina, lunedì 5 settembre nei pressi di Isernia.

Il detenuto approfittando della sosta presso un autogrill, richiesta da lui stesso per un bisogno fisiologico ha tentato un’insperata fuga, provando a scappare a piedi sulla Superstrada. Un’impresa che non glie è riuscita vista l’attenzione alta degli agenti della Polizia Penitenziaria. L’uomo è stato immediatamente catturato e trasferito in carcere.

La denuncia del SAPPE

A denunciare quanto avvenuto è Donato Capece, segretario generale del SAPPE, con queste parole: “È solamente grazie agli agenti se è stato possibile sventare la clamorosa fuga all’evaso: la pronta reazione ed il tempestivo intervento hanno infatti permesso di sventare il grave evento. Dopo un breve inseguimento, il fuggitivo è stato catturato: i nostri Agenti non hanno esitato a mettere a rischio la propria vita per fermare il fuggitivo. Una cosa grave, che poteva creare ulteriori seri problemi alla sicurezza e all’incolumità dei poliziotti, dei detenuti e dei cittadini che in quel momento si trovavano nei pressi dell’autogrill e della Superstrada. La grave vicenda porta alla luce le priorità della sicurezza (spesso trascurate) con cui quotidianamente hanno a che fare le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria”.

Articoli correlati

Back to top button