Cronaca

Violenze in carcere, garante e 90 detenuti saranno parte civile

Violenze in carcere. Il gup del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha autorizzato a partecipare al processo come parte civile a 90 detenuti

Violenze in carcere. Il gup del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha autorizzato a partecipare al processo come parti civili una novantina di detenuti vittime dei pestaggi (gli ultimi tre si sono costituiti ieri), oltre all’ammissione del Garante nazionale e quello Regionale dei detenuti, le quattro associazioni che avevano fatto richiesta di costituirsi (Antigone, Carcere possibile, Agad onlus, Abusi in divisa) ed enti come l’Asl e il Ministero di Grazia e Giustizia.

Violenze carcere Santa Maria Capua Vetere, 90 detenuti parte civile

Come scrive anche l’odierna edizione de Il Mattino, il gup deciderà entro il prossimo 8 febbraio se ammettere invece una ventina di parti civili che ne hanno fatto richiesta (si tratta di detenuti e una associazione) ed a citare lo stesso Ministero di Giustizia, retto da Marta Cartabia, come responsabile civile all’udienza preliminare sui pestaggi ai danni dei detenuti avvenuti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere il 6 aprile 2020.

Articoli correlati

Back to top button