Cronaca

Movida violenta a Caserta: ferito il gestore di un locale e risse in strada. Un arresto e una denuncia

Due giovani si sono resi protagonisti di una nottata di violenza nel centro storico di Caserta

Torna la movida violenta a Caserta. Due giovani di 16 e 24 anni, già noti alle forze dell’ordine, hanno provocato risse e aggressioni nei confronti di coetanei e ferendo il gestore di un locale del centro storico, intervenuto per difendere i suoi clienti e che ha riportato una ferita ad un braccio per cui sono stati necessari 20 punti di sutura. Alla fine della serata balorda il 24enne è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, perché stava per lanciare una transenna verso poliziotti e carabinieri, mentre il minorenne è stato denunciato per lesioni e danneggiamento.

Movida violenta a Caserta: poche forze dell’ordine in strada

Polizia e carabinieri hanno fatto fatica a contenere la situazione perché avevano pochi mezzi: nella notte tra sabato e domenica, almeno a quell’ora, in strada c’erano solo una volante della Questura e una pattuglia dell’Arma. Sin dall’inizio della serata erano state varie le segnalazioni di risse che hanno coinvolto giovanissimi nel centro, tra Piazza Dante, via Vico, via Battisti, Corso Trieste, costringendo l’unica volante della polizia a muoversi tra un intervento e l’altro. Le situazioni più gravi sono avvenute tra via Vico e il Corso Trieste.

Nottata di violenza nel centro storico

In via Vico due giovani amici di 24 e 16 anni, forse ubriachi e sicuramente rumorosi, hanno aggredito il gestore di un locale frequentato da parecchi adolescenti, che aveva chiesto loro di smetterla con il dare fastidio agli altri. I due ragazzi lo hanno così aggredito colpendolo al braccio con un oggetto contundente, forse un pezzo di vetro, che gli ha provocato un taglio; è stato il 16enne – hanno accertato i poliziotti del Reparto Volanti diretto da Luigi Ricciardi – l’autore del ferimento.

Arrestato un giovane per resistenza a pubblico ufficiale

I due hanno anche danneggiato il locale e qualche auto in sosta. Sono stati poi intercettati in Corso Trieste dove stavano litigando con altri ragazzi; il 24enne alla vista delle forze dell’ordine ha preso una transenna come per lanciarla verso di loro; queste ultime hanno fatto fatica a calmarlo, ma alla fine sono riuscite ad ammanettarlo accompagnandolo ai domiciliari su disposizione dell’autorità giudiziaria. Il 16enne è stato denunciato perché riconosciuto responsabile del ferimento dell’esercente e del danneggiamento del locale.

L’appello di Confcommercio alle istituzioni

Ci appelliamo alle autorità – spiega nella nota il presidente di Confcommercio Caserta Lucio Sindaco – affinché mettano in campo un’azione mirata di controllo per tutelare i cittadini, i commercianti e quanti vedono violata la propria libertà di poter trascorrere una serata in totale sicurezza, nel rispetto delle regole. Occorre intervenire seriamente e in tempi brevi prima che ci scappi il morto. Inaudita la completa assenza di tutte le istituzioni di fronte a casi di cronaca come questo che si susseguono da mesi e che l’allentamento delle restrizioni sta moltiplicando». Il presidente di Confcommercio Caserta fa poi un appello anche al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella «perché la voglia di rinascita di una città deve passare soprattutto per le istituzioni che devono creare le condizioni per un rilancio economico e turistico. Auspichiamo una visita del Capo dello Stato a Caserta, la sua presenza potrebbe infatti rappresentare, a nostro avviso, un segnale di ripartenza per tutti“.

(Fonte: Il Corriere)

Articoli correlati

Back to top button